VIDEO

In questa sezione troverete numerosi video personalizzati di svariati piloti, molteplici vetture differenti, nei più spettacolari e scenografici tracciati di rally, cronoscalate e circuiti d'Italia

Il primo Rally su terra stagionale, il Valle del Tevere, ha visto l'affermazione di Nicolò Marchioro che, affiancato da Marco Marchetti e al volante di una Skoda Fabia R5, si è reso protagonista di una gara veloce e intelligente che lo ha portato a conquistare questa brillante vittoria assoluta.

Nella selva di Skoda Fabia R5, si è distinta, al Valle del Tevere la Ford Fiesta dei fratelli Massimo e Giovanni Squarcialupi.

Al Valle del Tevere il forte driver sanmarinese Jader Vagnini si è presentato al volante di una Skoda R5 con la quale dopo i primi chilometri di apprendistato ha cominciato a sfoderare ottimi tempi che alla fine lo hanno portato a conquistare un'ottimo sesto posto assoluto.

Al Valle del Tevere Francesco Fanari si è presentato al volante della VW Polo R5 che si è dimostrata competitiva e sempre in lotta per la vittoria assoluta. Peccato per dei problemi meccanici che hanno attardato in un paio di prove il pilota Umbro, relegandolo alla fine in ottava posizione assoluta.

In un Rally estremamente competitivo si è issato sul carro dei protagonisti Andrea Maselli che al volante di una Hyundai I20, affiancato da Milena Danese, è stato artefice di una gara intelligente che lo ha portato fino ai piedi del podio assoluto a soli 3" dall'astro nascente, il boliviano Bulacia.

Del gruppo dei quattro piloti francesi scesi in Valtiberina per il Rally Valle del Tevere, l'unico che ha visto il traguardo è stato il corso Paul Alerini che, affiancato da Xavier Nanni, ha portato in gara una Skoda Fabia R5.

Al via, al Valle del Tevere, il giovane Andrea Cazzaro, coadiuvato da Roberto Gorza, al volante di una Skoda Fabia R2 del team Angi Motorsport.

Grande protagonista del Rally Valle del Tevere è stato Matteo Gamba, coadiuvato da Nicolò Gonella, che ha lottato costantemente per la vittoria con lo skratc sulla difficile PS 1, e poi spina nel fianco dei suoi avversari fino a chiudere in seconda posizione assoluta al volante di una Skoda Fabia R5

Prova sfortunata al Rally Valle del Tevere quella di Gianmarco Donetto che, in coppia con Marco Menchini si stava difendendo benissimo pur con qualche noia meccanica che, infatti, non gli ha permesso di andare oltre la quarta PS con la sua Skoda Fabia R5.

Alberto Battistolli gara dopo gara si rivela essere un fior di pilota. Al Valle del Tevere ha viaggiato su tempi eccezionali lottando per la vittoria fino alla fine della quarta prova. Alla successiva, un testa coda gli ha tolto ogni speranza e alla fine ha chiuso al nono posto assoluto.

Al Rally Valle del Tevere, ad aggiudicarsi la vittoria nel gruppo N5 Nazionale, è stato Alessandro Broccoli che, affiancato da Monica Cicognini, si è reso protagonista di una bellissima prova con la sua Citroen DS3 con la uale ha messo in risalto le grandi potenzialità di questo nuovo gruppo.

Uno dei motivi d'interesse al valle del Tevere è stato il lituano Martynas Samsonas presentatosi al via con una Ford Fiesta N5, che ha dato grande spettacolo incappando anche in un paio di errori, ma un guasto meccanico gli ha impedito di terminare la gara quando era in decima posizione assoluta.

Partecipazione sfortunata, al Valle del tevere, quella dell'equipaggio francese Emmanuel Giraud e Jessica James che, con l'unica Super 2000 al via, mentre stavano disputando un'ottima gara, sono stati costretti al ritiro da un'uscita di strada.

Come suo solito Andrea Bucci stava disputando una gara da incorniciare dando grande spettacolo con la sua Renault Clio ma purtroppo la sfortuna lo ha preso di mira costringendolo ad abbandonare dopo quattro prove speciali.

Buona la prima per Stefano Avandero che al suo debutto nelle competizioni è riuscito a portare al traguardo, in una gara falcidiata dai ritiri, la sua nuovissima Peugeot 208 Rally 4 conquistando la seconda posizione nella classe R2C.

Al Rally Valle del Tevere, a imporsi tra le R4, è stato l'equipaggio veneto composto da Massimo Nardin e Claudio Rosina che ha portato al successo la loro Subaru Impreza STI.

Autentico eroe del Valle del Tevere è stato Luigi Caneschi che con la sua Peugeot 208 R2 ha viaggiato con tempi molto vicini a quelli di vetture ben più performanti della sua e facendo prendere qualche spavento al suo naviga Manuel Piras, ha conquistato una magnifica vittoria nella combattuta R2B.

Autore di un'ottima prestazione, purtroppo non ha avuto fortuna Nicola Cazzaro, affiancato da Giovanni Brunaporto, che al Valle del Tevere è stato costretto al ritiro quando ormai il traguardo sembrava alla loro portata.

Dopo diverse gare al volante della Hyundai I20 R5, al Valle del Tevere Fabio Battilani si è schierato al volante della nuova Peugeot 208 Rally 4 ed è stata una presenza proficua visto che si è aggiudicato la classe R2C.

Presenza abbastanza insolita, in un rally su terra, quella di Piergiorgio Barsanti che al Valle del Tevere si è presentato al volante di una nuova Renault Clio RS, peraltro comportandosi egregiamente per essere una specialità non sua

Con una gara tutta all'attacco, al Valle del Tevere Davide Bertolini in coppia con Titti Ghilardi è riuscito a conquistare un bellissimo secondo posto nell'agguerrita N3 con la sua Renault Clio RS.

In una affollata e combattuta R2B, al Valle del Tevere, spettacolare secondo posto per Filippo Bordignon e Giulia Zanchetta sulla loro Peugeot 208.

Ottima prestazione per gli esordienti Giacomo Saitta e Pietro Cigni che, a dispetto della giovanissima età. al Valle del tevere si sono resi protagonisti di una gara intelligente che gli ha permesso di portare a termine una gara difficile e impegnativa con la loro Citroen Saxo VTS.

Pur essendo un fortissimo velocista, ormai Samuele Martinelli si sta sempre più appassionando ai Rally su terra ed anche al Valle del Tevere si è reso protagonista di un'ottima prestazione al volante della Citroen Saxo VTS.

Immancabile presenza in gara, dalle parti della Valtiberina, per Andrea Mariani, autentico cultore delle Opel Corsa in tutte le salse, che in coppia con Enrico De Dominicis si reso protagonista, al Valle del Tevere, di una gara davvero superlativa al volante di una Corsa 16V.

Prestazione sfortunata, al Valle del Tevere, per Oreste Milani e Davide Pisati, costretti ad abbandonare la compagnia dopo sole tre prove mentre, con la loro Suzuki Swift, si stavano rendendo protagonisti di un'ottima prestazione.

Al Valle del Tevere buona prova per i giovani Alessio e Simone Boschi che hanno portato al traguardo, e al successo tra le Racing Start la loro Suzuki Swift Sport.

Ottima prestazione, al Valle del Tevere, per Massimiliano Settembrini, che ha accettato la scommessa di portare in gara una Fiat Grande Punto Abarth vincendola; infatti, in coppia con Giuseppe Mancuso, si è ottimamente comportato portando al traguardo la vettura in prima posizione tra le RS Plus.

Pilota dalla lunghissima militanza, uno dei rinomati "matti di San Marino", è sceso in pista al Valle del Tevere dando, come da abitudine, spettacolo a non finire con la sua bella Ford Escort RS.

Il Rally Valli del Tevere ha visto in gara anche le vetture storiche che hanno offerto un grande spettacolo, a cominciare da Bruno Pelliccioni e Roberto Selva che hanno conquistato la vittoria assoluta a suon di traversoni con la loro Ford Escort RS.

Come sempre, uno di piloti più spettacolari è stato, anche al Valle del Tevere, Andrea Succi che ha guidato in maniera sublime la sua BMW M3 aggiudicandosi alla grande il Gruppo A.

Grande prestazione, al Valle del Tevere per i francesi Pierre Paul Vivier e Jean Pierre Finidori che dopo le prime prove si erano subito issati al comando della gara fino alle fasi finali di PS 4 quando sono stati costretti al ritiro.

Ottima prova, al Valle del Tevere, per Stefano Pellegrini che al volante della sua bella Lancia Delta Integrale 16V, e affiancato da Marco Cavalli, è riuscito a conquistarsi un posto sul podio delle Auto Storiche.

Al via, al Valle del Tevere, la Ford Escort MK II di Andrea Tonelli e Roberto Debbi che, ovviamente non si sono risparmiati, garantendo grande spettacolo.